Il mestiere del fabbro

Il mestiere del fabbro viene spesso identificato con gli strumenti del martello, delle pinze e dell’incudine. Anticamente, infatti, il fabbro lavorava soltanto il ferro per fare utensili adatti alla vita di tutti i giorni, ma anche palafreni per cavalli, armature per cavalieri, chiavi di antichi portali e molto altro.

Certo, il fabbro batteva anche grate di prigioni, manette e ferri di cavalli, ed era un mestiere rispettato e molto ambito dai giovani. Oggi i fabbri possono essere per lo più specializzati nella realizzazione di chiavi e serrature di tutti i tipi, soprattutto quelle per porte blindate. Le casseforti sono un’altra delle questioni di cui un fabbro generalmente si occupa, producendo serrature e cassette di sicurezza a prova di malvivente.

Tra arte e funzionalità

Oltre la funzionalità, però, il fabbro può essere anche un maestro d’arte. Il ferro battuto, infatti, è un materiale estremamente versatile, adatto a realizzare molti complementi d’arredo come ad esempio le strutture dei letti oppure gli arredamenti da giardino e da interni come i tavoli e le sedie. La bellezza di avere un arredamento in ferro battuto si sposa anche con la sua durevolezza nel tempo e con un’eleganza tipica di uno stile un po’ rétro, dal gusto francese di inizio Novecento.

La Toscana come centro di riferimento

Se si ripensa all’antica funzione delle officine dei fabbri, il pensiero vola immediatamente alla Toscana. Trovare un fabbro Firenze è cosa quanto mai semplice, perché la Toscana in generale, e Firenze in particolare, ha conservato anche la dimensione artistica di questo mestiere, risultando come leader indiscussa in Italia nella produzione di complementi d’arredo artistici in ferro battuto. Le stesse case e i casolari toscani, per via del loro arredo rustico e rispondente al clima che in quella regione si respira, hanno molti dettagli e componenti in ferro battuto: le tende, ad esempio, molto spesso nelle case toscane e fiorentine sono sostenute da bastoni ed anelli di ferro battuto. Chi vuole diventare fabbro a Firenze, insomma, non ha che da apprendere quest’antichissima e nobile arte il prima possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *